Conflitto in Siria: posizioni della Germania e Regno Unito

Conflitto in Siria: posizioni della Germania e Regno Unito

Dopo tredici attentati terroristici che hanno colpito la capitale parigina a novembre I governi si trovano ora a confrontarsi sulla probabile entrata in campo atta sostenere militarmente il governo francese nelle lotta contro l’autodichiarato governo Isis in Siria.

Si dovrà attendere questo mercoledì per sapere quali saranno le rispettive scelte di presa di posizione concreta da parte delle due nazioni sia tedesca che anglosassone, per quanto riguarda il conflitto in Siria.

La Germania per lo più favorevole ad un intervento a fianco della Francia contro lo islamico Isis, aveva già inviato sostanziosi aiuti alle truppe francesi a Mali, ben 650 soldati, per lottare fianco a fianco contro l’Is. Si dovranno ora riunire le camere per l’eventuale invio di ulteriori rinforzi via aria, terra e mare.

Stesso panorama per il Regno Unito dove si discuterà domani la possibilità di poter intervenire con l’invio di forze militari a favore della Francia, nel conflitto in Siria.

Per entrambe le nazioni è però conflitto anche all’interno delle rappresentanze politiche, dal momento che sono sorte opposizioni contro un intervento militare. Per parte loro i laburisti in Inghilterra hanno tentato di dedicare maggiore tempo ad un dibattito che Cameron ha cercato invece di accelerare in forza di una probabile maggioranza a favore dell’intervento.

Mentre in Germania le opposizioni temono per l’entrata in un intervento bellico mosso da intenzioni  poco chiare.

Le posizioni Tedesca e anglosassone nei confronti del conflitto in Siria saranno chiarite  comunque con le votazioni delle camere mercoledì.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*